Cosa sono le fibre artificiali e sintetiche


Le fibre artificiali e sintetiche sono fibre tessili fatte dall'uomo, per questo anche dette fibre man-made, che utilizza per produrle, composti esistenti in natura come la cellulosa, il petrolio, l'acqua, l'azoto e altri elementi in piccole dosi.

Le fibre artificiali si ottengono da materie prime rinnovabili, come la cellulosa del legno e i linters di cotone, e sono del tutto assimilabili alle fibre naturali. Sono fibre artificiali la viscosa, il cupro, l'acetato, il triacetato e il lyocell.

Le fibre sintetiche traggono origine da polimeri diversi ottenuti tramite sintesi chimiche e, con le loro caratteristiche innovative, rappresentano l'evoluzione della specie. Le principali fibre sintetiche: poliestere, poliammidica (nylon), acrilica, polipropilenica, elastan (spandex), modacrilica, aramidica, polietilenica.

Il vero vantaggio delle fibre fatte dall'uomo è quello di poter essere programmate su misura in funzione delle specifiche applicazioni a cui sono destinate. Potremo avere quindi, a seconda delle necessità, fibre brillanti od opache, elastiche o rigide, morbidissime o ruvide, delicate o ultraresistenti, colorate o trasparenti ... e chi più ne ha, più ne metta.
Scopritene la storia, le caratteristiche e il contributo alla qualità della vita di ogni giorno.

Link utili: